AMIANTO, LE DETRAZIONI FISCALI 2017 SULLO SMALTIMENTO

9 Feb 2017
AMIANTO, LE DETRAZIONI FISCALI 2017 SULLO SMALTIMENTO

In attesa di capire se verranno confermate anche per il prossimo anno, le detrazioni 2016 per lo smaltimento dell'eternit sono entrate in vigore solo ad ottobre. 

Il credito d'imposta 2016 “per alcune tipologie di opere relative allo smaltimento amianto” è entrato in vigore solo il 17 ottobre: il decreto stabiliva che le opere di bonifica da eternit dovessero essere completate nel corso del 2016, ma, dato l'enorme ritardo, pare che le detrazioni saranno valide anche per tutto il 2017.

 

CREDITO D'IMPOSTA AL 50%

Il decreto stabilisce, per tutti coloro che abbiano effettuato un intervento di bonifica da amianto, un credito d'imposta pari al 50 per cento della spesa sostenuta dal titolare dell'azienda, a prescindere dalle dimensioni della stessa. Tale detrazione fiscale, che sarà ripartita su base annua, prevederà una spesa non inferiore a 20mila e non superiore a 400mila euro. Il credito andrà a coprire tutte le spese relative allo smaltimento dell'amianto, compresi trasporto, stoccaggio e le eventuali perizie ambientali (con un tetto di 10mila euro).

 

DOMANDA DI DETRAZIONE FISCALE

La domanda per la richiesta delle detrazioni fiscali per lo smaltimento dell'amianto vanno inoltrate al Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare attraverso il portale internet messo a disposizione per il periodo 16 novembre 2016 – 31 marzo 2017. La stessa verrà approvata o meno entro 90 giorni dal Ministero.

 

DOCUMENTI TECNICI NECESSARI

I documenti tecnici richiesti riguardano per lo più le pratiche relative alla salubrità del luogo:

  • Piano di lavoro del progetto di bonifica da presentare da parte del titolare dell'impresa esecutrice almeno 30 giorni prima dell’inizio dei lavori all’ASL competente del territorio;
  • Comunicazione all'ASL di avvenuta ultimazione dei lavori ed avvenuto smaltimento in discarica autorizzata.

Di fatto le nuove detrazioni sono arrivate con clamoroso ritardo: basti pensare che, oltre ad essere entrato in vigore a fine ottobre, il decreto prevede che ogni intervento necessiti di 30 giorni, prima di poter iniziare i lavori, al fine di ottenere l'autorizzazione dell'ASL. Per avere la certezza di un'ulteriore proroga bisognerà, tuttavia, aspettare gli ultimi giorni del 2016.

 

DETRAZIONI FISCALI SUCCESSIVE ALLO SMALTIMENTO DELL'AMIANTO

Restano comunque confermate le detrazioni successive allo smaltimento dell'eternit, come quella del 65 per cento per l'isolamento della copertura su cui sia stato rimosso l'amianto e quella del 50 per cento nel caso si decidessi di installare sul tetto un impianto solare fotovoltaico.

Rimani aggiornato su tutte le novità Isopan

Iscriviti alla newsletter

ITA © 2016 Manni Group S.p.A | Partita IVA 00286420609

Privacy Policy