Ecobonus: prorogati fino al 31 dicembre 2019

27 Dic 2018
Ecobonus - Isopan Magazine

Il Governo italiano ha stimato per il prossimo anno investimenti per 9,5 miliardi di euro, grazie alla proroga dei green bonus.

Approvata il 15 ottobre 2018, la Legge di Bilancio 2019 ha previsto numerose novità anche dal punto di vista energetico: oltre agli incentivi rivolti alle aziende che ridurranno l’inquinamento utilizzando green energy e al sostegno agli investimenti verdi e tecnologici, infatti, sono stati stanziati 15 miliardi di euro per i prossimi tre anni, dedicati all’adeguamento antisismico, all’efficientamento energetico e agli Ecobonus rivolti a ristrutturazioni, riqualificazioni, verde e mobili.

Procrastinati al 31 dicembre 2019, quindi, e mantenuti inalterati, gli Ecobonus 2019 consentiranno ancora di effettuare interventi sul proprio edificio usufruendo di una detrazione che verrà restituita in dieci anni e che sarà del 50% per gli interventi di ristrutturazione, per la sostituzione degli infissi e per l’installazione di schermature solari, di impianti di condensazione a biomassa e di caldaie a condensazione, e del 65% per la riqualificazione dei condomini, gli interventi di coibentazione e l’installazione di caldaie a condensazione ad alta efficienza. Invariata anche l’aliquota del 50% del bonus mobili e quella del 36% del bonus verde.

In base alle stime del Governo, riportate nel Disegno di Legge di Bilancio per il 2019, la proroga delle detrazioni fiscali sarà in grado di generare un aumento di interventi di ristrutturazione, riqualificazione energetica e sistemazione del verde pubblico quantificabile in circa 9,5 miliardi di euro. La proroga dell’Ecobonus 2019 ha, infine, stabilito i limiti massimi di spesa rimborsabili, che saranno di:

  • 100mila euro per gli interventi di riqualificazione energetica
  • 60mila euro per quelli di involucro dell’edificio e per l’installazione di pannelli solari
  • 30mila euro per la sostituzione dei climatizzatori e l’installazione di caldaie a condensazione, pompe di calore ad alta efficienza e impianti geotermici a bassa entalpia

 

Non solo Ecobonus: il Conto Termico 2.0 GSE

Oltre all’Ecobonus, gli italiani che nel 2019 vorranno effettuare interventi di miglioramento dell’efficienza termica di edifici e abitazioni potranno contare anche sul Conto Termico, un fondo gestito dal Gestore Servizi Energetici che prevede bonus economici fino al 65% per tutte le operazioni che porteranno a ottenere un risparmio energetico e che consentiranno di produrre green energy. Tra le novità del Conto Termico 2.0 ci saranno:

  • l’ampliamento alle società in house e alle cooperative di abitanti
  • l’aumento della dimensione massima degli impianti che daranno diritto all’accesso all’incentivo
  • un valore più elevato dell’incentivo, che sarà del 65% per gli Edifici nZEB e del 40% per lavori di isolamento, sostituzione infissi, schermature solari, efficientamento dell’illuminazione, installazione di caldaie a condensazione e di tecnologie Building Automation

Rimani aggiornato su tutte le novità Isopan

Iscriviti alla newsletter

Isopan S.p.A. | Partita IVA 00286420609 | Codice Fiscale 02528470152
ITA © 2016 Manni Group S.p.A. | Partita IVA 02960130231

Privacy Policy